Skip to content

FIALS – Iniziativa pubblica, Piombino

Pubblicato il 24 Ottobre 2019

Al Sindaco della città di Piombino
Ai Componenti della Giunta della città di Piombino
Ai Consiglieri Comunali della città di Piombino
AI Consiglieri Regione Toscana
Alle Associazioni degli utenti
Al Comitato Nascere a Piombino
Al Comitato di Salute Pubblica

Il Sindacato FIALS ha organizzato una iniziativa pubblica Venerdì 25 ottobre 2019 orario 15.00 – 18.30 in Piazza Giuseppe Verdi – PIOMBINO – Voltantino

Lo scopo è aprire un confronto sui temi della Sanità della Val di Cornia con soggetti in indirizzo, i cittadini, gli operatori sanitari, le forze politiche.

Per il FIALS, alla luce della situazione che si è determinata nella USL Toscana Nord Ovest ed in particolare nella zona socio sanitaria della Val di Cornia, è indispensabile promuovere una campagna di informazione tra i cittadini per diffondere maggiore consapevolezza dei loro diritti e chiedere alle forze politiche, alle istituzioni un impegno diretto ad esigere risposte immediate per le soluzioni alle criticità attuali.

Il Servizio Sanitario Regionale è stato depotenziato dalla Legge Regionale n.85/2015 che ha prodotto una ristrutturazione del sistema provocando ulteriori riduzioni dei servizi, diminuzione del numero degli operatori con conseguenti riflessi negativi sui diritti dei cittadini e dei lavoratori.

La Programmazione definita, con voto unanime, dalla Conferenza dei Sindaci non ha realizzato un ampliamento dell’offerta sanitaria ma un suo ridimensionamento. Per il FIALS occorre rivedere la programmazione e ridefinire la scelta dell’Ospedale Unico delle Valle Etrusche e della omonima Società della Salute che insieme alle scelte gestionali della Direzione della USL Toscana Nord Ovest hanno impoverito il territorio in termini di servizi e di risorse di personale. L’annuncio di una nuova programmazione distinta per la Val di Cornia dimostra il fallimento del progetto di unificazione tra le due realtà socio sanitarie.

Il FIALS chiede misure rapide e concrete per bloccare il declino della Sanità pubblica nella Val di Cornia con la chiusura del Punto Nascita, il depotenziamento delle attività chirurgiche, la devoluzione dell’Ufficio Protesi a Pontedera, il fallimento del progetto del Centro Ortopedico Toscano, il perpetuarsi delle “eterne” liste di attesa, per ridurre i disagi dei cittadini e le carenze di personale a causa di un piano dei fabbisogni inadeguato concordato tra Direzione Aziendale e Sindacati Confederali.

Il FIALS ritiene indispensabile avere certezza sui finanziamenti e conoscere il cronoprogramma attuativo. Non è possibile continuare con la politica degli annunci ma occorre destinare risorse alle innovazioni, a nuovi modelli organizzativi, ad incrementare il personale anche utilizzando nuovi strumenti di reclutamento ed incentivi per lo sviluppo di carriera e salariali su basi oggettive.

Per le ragioni esposte chiediamo la partecipazione ed un confronto con le SS.VV.

Cordiali Saluti
Il Segretario Provinciale FIALS Livorno
Dott. Massimo Ferrucci